Pubblicata sul sito del Comune la bozza del capitolato di appalto per la gestione dei servizi cimiteriali al fine della acquisizione di suggerimenti/indicazioni.

Di seguito il link rivolto agli interessati, utile ad acquisire tutte le informazioni necessarie: http://www.comune.gallarate.va.it/aree-tematiche/ufficio-tecnico-viabilita-e-ambiente/polizia-mortuaria/

Un numero di telefono a disposizione della cittadinanza, rivolto in particolare agli anziani, per stare in compagnia anche a casa. Il nuovo servizio istituito da Auser in collaborazione con l’amministrazione comunale (assessorati ai Servizi sociali e alla Cultura) è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Questo il numero da comporre: 3206283145. Risponderanno i volontari di Auser, pronti a fare due chiacchiere, a informarsi sullo stato di salute dell’utente e a dare un sostegno morale. Ma il servizio “A casa con te” sarà anche utile a tenere viva la curiosità in ambito culturale, storico e letterario per conoscere meglio la nostra città.

Mercoledì 25 marzo gli uffici comunali potrebbero essere chiusi al pubblico a causa dello sciopero nazionale, di 24 ore, di tutte le unità produttive pubbliche e private, indetto dall’associazione nazionale USB.

Di seguito le motivazioni delle sciopero e le modalità di adesione.

La USB Pubblico Impiego (USB PI),

vista la decisione del Governo di mantenere aperti e funzionanti le aziende e gli uffici non essenziali ai fini del contrasto all’espandersi della pandemia COVID – 19, nonostante sia universalmente ritenuto indispensabile evitare in ogni modo il contatto tra le persone per fermare l’espandersi del contagio;

visto che i lavoratori e le lavoratrici sono costretti, per recarsi sui luoghi di lavoro, a servirsi di mezzi pubblici inidonei a garantire la propria sicurezza e incolumità;

visto che nei luoghi di lavoro non sono state assunte tutte le tutele necessarie ancorché previste dalle leggi in vigore in materia di prevenzione e sicurezza;

visto l’aggravarsi del contagio e la sua diffusione in tutto il territorio nazionale, vista la assoluta insufficienza del servizio sanitario – a seguito dei continui tagli ai finanziamenti, alle riduzioni di personale e di posti letto, alle numerose chiusure di ospedali e presidi territoriali, ad una gestione regionalizzata del servizio sanitario, alle aziendalizzazioni e privatizzazioni operate nel settore – a garantire prestazioni adeguate al livello di gravità che ha assunto la pandemia, così facendo mettendo in una situazione di enorme rischio l’incolumità e la sicurezza dei lavoratori;

visto l’articolo 2 comma 7 della Legge 146/90 e seguenti in cui si afferma che le disposizioni della stessa legge…” in tema di preavviso minimo e di indicazione della durata non si applicano nei casi di astensione dal lavoro in difesa dell’ordine costituzionale, o di protesta per gravi eventi lesivi dell’incolumità e della sicurezza dei lavoratori”,

ritenendo senza alcun dubbio la Pandemia Coronavirus ricadente sotto la fattispecie di grave evento lesivo dell’incolumità e della sicurezza dei lavoratori, aderisce allo sciopero generale di 24 ore in tutte le unità produttive pubbliche per il giorno 25 marzo 2020 proclamato dalla confederazione USB con prot./N/200321/023

Il personale turnista parteciperà allo sciopero dall’inizio del turno notturno della serata antecedente.

L’articolazione dello sciopero generale avrà una diversa forma di attuazione unicamente per i lavoratori impiegati direttamente nelle prestazioni di soccorso alla popolazione, che attueranno lo sciopero in forma simbolica per la durata di 1 (uno) minuto da svolgersi:

personale a qualsiasi titolo operante nel settore Sanità (Medici, Infermieri, OSS, personale ausiliario a qualsiasi titolo e con qualsiasi contratto di lavoro) un minuto tra le ore 13,30 e le ore 14,30 del 25 marzo 2020

personale della Polizia Municipale o locale impegnato nei controlli COVID 19 un minuto alla fine di ogni turno di lavoro

personale dell’ ISS – Istituto Superiore di Sanità un minuto a fine di ogni turno

personale in forza al Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, un minuto a fine di ogni turno

Durante lo sciopero generale saranno garantiti i servizi minimi essenziali come da legge 146/90 e successive modifiche ed integrazioni. Eventuali articolazioni di categoria e/o territoriali saranno comunicate a cura delle stesse.

Come noto il DPCM 22.03.20, nel disporre nuove misure sulle attività produttive industriali e commerciali, prevede, altresì, le comunicazioni relative alla prosecuzione delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere dei settori di cui all’allegato 1 del medesimo DPCM, dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla legge n. 146/1990.

Al riguardo, si informa che tali comunicazioni, dovranno essere inviate alla casella di posta elettronica prefèttura.varese@interno.it dal legale rappresentante della azienda interessata, indicando nell’oggetto “DPCM 22 marzo 2020- Comunicazione attività”, complete delle seguenti informazioni: sede dello stabilimento; tipologia di attività; imprese e amministrazioni beneficiarie dei prodotti e dei servizi attinenti alle attività consentite.

Analoga comunicazione dovrà essere presentata anche dai legali rappresentanti degli impianti a ciclo produttivo continuo presenti in provincia, indicando il grave pregiudizio o il pericolo di incidenti derivanti dall’interruzione  dell’attività.

Richiesta di autorizzazione allo svolgimento dell’attività dovrà essere presentata, invece, dai legali rappresentanti delle attività dell’industria dell’aerospazio e delle difesa, nonché delle altre attività aventi rilevanza strategica nazionale.

La Prefettura di Varese è competente solo per le attività produttive ubicate sul territorio della provincia di Varese.

Per le attività già espressamente autorizzate dall’art. 1, lett. a) del DPCM non è necessario compiere nessun adempimento formale.

Vista l’emergenza Covid-19 in Lombardia e anche per sgravare i numeri verdi nazionali di richieste, il Comitato Regionale Lombardia Croce Rossa Italiana e Federfarma Lombardia hanno concordato di attivare, da lunedì 23 marzo, un nuovo servizio di consegna a domicilio, attivabile chiamando “CRI Pronto farmaco” al numero 02.3883350 in base alle seguenti indicazioni:

Orario Dalle 09 alle 19, dal lunedì al venerdì.

I destinatari sono le persone in possesso di prescrizione medica (o con codice NRE della ricetta) o gli ultra 65enni; le persone non autosufficienti; le persone sottoposte alla misura della quarantena o risultate positive al virus COVID-19.

Procedura:

–         L’utente chiama la CRI per richiedere la consegna dei farmaci necessari;

–         La CRI fornisce all’utente il numero telefonico della Farmacia a lui più vicina, individuata grazie alla geolocalizzazione di Federfarma Lombardia su www.farmacia-aperta.eu; o l’utente chiama la Farmacia indicata, concorda i farmaci a lui necessari e comunica NRE + Codice Fiscale e indica l’importo da pagare per i farmaci e ticket;

–         La Farmacia chiama “CRI Pronto farmaco” e conferma il servizio;

–         La CRI attiva un proprio volontario, il quale si reca dall’utente per ritirare il contante per il pagamento;

–         Il volontario CRI si reca in Farmacia per il ritiro dei farmaci e dello scontrino che riporta all’utente, con l’eventuale resto;

–         I farmaci vengono consegnati dal personale CRI in busta chiusa all’utente.

In merito all’ordinanza regionale per il contenimento della diffusione del Coronavirus, inerente gli orari di apertura e chiusura delle attività commerciali, l’amministrazione comunale di Gallarate ha attivato due appositi numeri di telefono: 0331 285900 e 0332 285911.

Gli operatori sono a disposizione di commercianti ed esercenti dalle 7.30 alle 24 per tutte le informazioni del caso.

Scade il prossimo 28 febbraio il termine ultimo per il rinnovo dei permessi di accesso alla Z.T.L. (zona a traffico limitato)

Si invitano pertanto i commercianti con attività nella ZTL, i domiciliati e i titolari di box o posti auto, a rivolgersi all’Ufficio Traffico in via Ferraris n. 9 (Comando della Polizia Locale) per il rinnovo delle autorizzazioni scadute lo scorso 31 dicembre.

Si informano i cittadini/utenti che venerdì 31 gennaio lo sportello economale (Settore Finanziario, Palazzo Broletto, via Cavour 2) resterà chiuso per lavori. Il servizio riprenderà regolamente a partire da luledì 3 febbraio.

Dalla misurazione della pressione arteriosa, al controllo di colesterolo, trigliceridi HDL e LDL: sono molteplici i servizi a disposizione degli utenti nelle quattro farmacie comunali gestite da Amsc Spa.

A Caiello (via Maroncelli 2); nella nuova sede dei Ronchi (via Padre Igino Lega 54); allo Sciarè (via Cattaneo 36); a Madonna in Campagna (via Madonna in Campagna 10), negli orari di apertura i clienti possono rivolgersi al personale anche per altri servizi: monitoraggio della pressione arteriosa nelle 24 ore; holter cardiaco; emoglobina glicata; tempo di quick (INR).

Alla sera uno spettacolo teatrale e alla mattina il ritrovo al cimitero di viale Milano. Doppio appuntamento a Gallarate con il patrocinio dell’amministrazione comunale (assessorato alla Cultura), per celebrare il Giorno della Memoria.

Lunedì 27 al Teatro del Popolo (ore 21, ingresso gratuito) la compagna “Instabile Quik” porterà in scena lo spettacolo dal titolo “Se questo è un uomo”.

Il giorno prima, domenica 26, al cimitero la celebrazione ufficiale. Il programma prevede la deposizione dei fiori al sacrario e sul monumento alla Resistenza, oltre all’intervento di un esponente dell’Anpi.