In piazza Libertà si va a canestro

<Un omaggio a una squadra che ha fatto sognare tutta la città. La voglia di promuovere lo sport. Dare ai gallaratesi e ai non gallaratesi un motivo in più per uscire e venire in piazza>. Sono i tre principali motivi che hanno spinto il sindaco Andrea Cassani (nelle vesti di assessore allo Sport) e l’assessore alle Attività economiche Claudia Maria Mazzetti (nelle vesti di presidente del Distretto urbano del commercio) a promuovere l’installazione di un campo da pallacanestro in via Verdi, davanti al municipio.

Dal 21 al 30 giugno una parte della zona pedonale si trasformerà in un playground, aperto a tutti fino alle 17 e gestito da Basketball Gallarate e Ayers Rock fino alle 22.30. <I ragazzi>, spiegano Cassani e Mazzetti, <fino a metà pomeriggio potranno giocare come avviene in tutti i campi pubblici all’aperto. E il fatto che possano farlo in piazza, in una zona molto frequentata, lontani dai pericoli, è una garanzia in più per i genitori>. L’attività “agonistica” occuperà invece la restante parte della giornata: esibizioni e tornei (ragazzi, vecchie glorie, tre contro tre), ma anche allenamenti “en plein air” della prima squadra, di quella fantastica macchina da canestri che ha regalato a Gallarate la promozione in C Gold (la vecchia C1).

<L’entusiasmo che ha accompagnato la stagione e soprattutto i playoff del team di coach Ferri, è stato qualcosa di mai visto prima>, spiega il numero uno della giunta di centrodestra. <Uniamoci poi il fatto che tra Basketball e Ayers Rock ci siano 402 praticanti, la maggior parte dei quali sono bambini e ragazzi. Due “particolari” che ci hanno convinto della bontà e del sicuro ritorno dell’iniziativa, che potrebbe aprire la strada ad altre manifestazioni in zona pedonale, coinvolgendo altre discipline sportive>.

Ma in zona pedonale le soprese non sono finite. Sabato 24 giugno Duc e Naga regaleranno ai più piccoli un’intera giornata dedicata a loro. “Bimbi in piazza” prevede nel pomeriggio dalle 16 alle 18.30 numeri di giocoleria, animazione e laboratorio di giocoleria rivolto a tutti, anche alle mamme e ai papà. Tutti potranno provare palline, clavette, diblo, monociclo e rolla bolla.

Dalle 21 spazio al circo. Alessandro Gimelli, in arte Gemy, si esibirà in numeri di giocoleria e acrobazia con un finale “infuocato” in equilibrio su una fune.

<E non è finita>, conclude l’assessore Mazzetti. <Da qui alle fine dell’estate estrarremo dal cilindro altre sorprese, cercando di rivolgersi a tutti, dai più piccoli ai più grandi. Devo dire che fino ad ora il pubblico ha sempre mostrato di gradire: gli ultimi due eventi del fine settimana, la semifinali del “Naga Voice” e gli artisti di strada hanno fatto davvero il pieno di gente di consensi. Una risposta fantastica, soprattutto a chi temeva che il “Summer Festival” avrebbe danneggiato il centro storico. Così non è stato, anzi>.