PROGETTO DON MILANI 2

Il Progetto Don Milani2 prevede interventi volti a contrastare il disagio scolastico dei minori tra i 6 ed i 16 anni, riducendo il fenomeno dell’inadempienza, dell’abbandono e della dispersione.

Il progetto Don Milani 2, promosso da Fondazione Exodus, in collaborazione le quattro Scuole secondarie di I° grado di Gallarate ed il CPIA, nasce per rispondere all’esigenza delle scuole, che vivono quotidianamente l’emergenza di trovare risorse adeguate per affrontare un fenomeno che ha visto aumentare in modo significativo la presenza di alunni bisognosi di accompagnamenti personalizzati, per recuperare lacune di carattere linguistico e didattico, spesso unite a difficoltà a livello relazionale e sociale, elementi di rischio per la dispersione scolastica.

Il progetto ha perciò anche una forte connotazione di prevenzione al disagio sociale, in quanto la scuola è l’ambiente ideale per cogliere tempestivamente i segnali di disagio nei minori e negli adolescenti e promuovere al suo interno azioni e interventi di carattere educativo, con la collaborazione di Enti e Servizi del territorio, in una logica di integrazione reciproca.

Nell’ambito del progetto , viene promossa una didattica “integrativa-complementare” a quella svolta in classe, per mezzo di percorsi formativi personalizzati ed attività di carattere laboratoriale organizzate in piccoli gruppi di lavoro, dove agiranno gli educatori facenti capo alla Fondazione Exodus. Tali attività tengono conto delle caratteristiche personali degli alunni che esprimono difficoltà scolastiche ed educative, al fine di rafforzarne le potenzialità individuali, la motivazione allo studio e le capacità comunicative e relazionali, favorendone l’integrazione sociale all’interno del gruppo classe e, di conseguenza, migliorando la sua percezione di identità sociale. Nel percorso formativo-educativo sono coinvolti i genitori degli alunni che affiancano gli insegnanti nella realizzazione di azioni di prevenzione primaria e secondaria del disagio scolastico degli alunni, integrando le specifiche competenze per una valorizzazione del compito educativo della scuola.

Attraverso il Progetto Selfie, verrà effettuata un’indagine sugli stili di vita degli adolescenti, con particolare riferimento ai fattori di rischio, attraverso un questionario proposto agli studenti delle scuole secondarie di primo grado e rielaborato in collaborazione con il dipartimento di statistica della Bicocca. Il report finale sarà relativo ad ogni singola scuola e presentato alle figure adulte di riferimento e fornirà elementi e spunti concreti relativi alla vita dei ragazzi e delle ragazze, utili ad una riflessione per insegnanti, genitori e studenti stessi.

Per gli alunni con i disagi più rilevanti, sia sotto il profilo comportamentale che didattico, difficilmente gestibili nel gruppo classe o già avviati all’abbandono scolastico per l’alto numero di assenze, sono proposti Moduli di  scuola itinerante nella struttura di Villa Calderara con due educatori, per la realizzazione di attività educative ed esperienziali che permettano di sperimentarsi in un ruolo sociale positivo e utile alla collettività, incontri significativi con testimoni privilegiati, gruppi di confronto, realizzazione e divulgazione di un Blog.