PROGETTO FILO DI PERLE

Il progetto nasce per motivare i membri della comunità a una partecipazione attiva agli eventi proposti nei luoghi della cultura, includendo le categorie più marginali e in prospettiva intergenerazionale.

Il progetto si rivolge non solo a tutta la cittadinanza nella sua generalità, ma nello specifico a singole categorie di cittadini (giovani, disabili, bambini, anziani, famiglie), che più difficilmente accedono alle proposte culturali, grazie alla programmazione azioni specifiche e mirate. La popolazione coinvolta nelle varie iniziative può interagire a tutti i livelli dei percorsi e degli spettacoli proposti, dalla progettazione alla comunicazione, dalla realizzazione alla fruizione. I cittadini, in questo modo, diventano al tempo stesso fruitori e protagonisti della cultura in città.

La RECC- Rete della Cultura in Città – prevede la realizzazione, grazie al contributo di  adolescenti e alunni delle scuole coinvolte, di una vera e propria guida pratica, in costante aggiornamento sul supporto web, che consentirà ai cittadini di restare aggiornati sugli avvenimenti in Città, mettendo in luce altre informazioni che facilitano la fruizione degli eventi (ad esempio la presenza di uno spazio per i piccoli e per le famiglie con bambini). Sarà arricchita anche dalle segnalazioni degli stessi cittadini, che attraverso la RedAzione Multimediale potranno contribuire attivamente a rendere visibili occasioni di cultura in città, dando spazio anche a quelle “piccole azioni” che magari non riescono a mettersi in luce, soprattutto nei quartieri (es. la lettura di poesie in una piccola associazione di quartiere…).

La REDAZIONE composta da uno staff integrato di educatori di Naturart, ragazzi e tecnici (esperti di fotografia, video, giornalismo, gestione di blog, ecc.) si occuperà di diffondere in Rete (attraverso informazioni, rubriche, recensioni, articoli, foto e video) gli eventi culturali realizzati sul territorio, con l’obiettivo sia di promuoverli che di documentarli, sensibilizzando in questo modo la popolazione cittadina, recependo altresì idee, critiche e possibili attività che intercettino fasce di popolazione non sensibili e non abituate a vivere la vita culturale cittadina. Principale canale di diffusione sarà una radio web multimediale, alla quale si affiancheranno il sito internet e il canale youtube, oltre alla pagine Facebook.

Sono inoltre previsti la realizzazione di Murales, attraverso laboratori espressivi guidati da maestri d’arte, presso le scuole cittadine e sui muri cittadini individuati e messi a disposizione dagli Assessorati sostenitori del progetto; concorsi per ragazzi e giovani di “fumetto”; ideazione e realizzazione di un laboratorio teatrale per giovani, anche portatori di disabilità, con la messa in scena finale di uno spettacolo; spettacoli di animazione musicale; laboratori di poesia; incontri mensili sui temi della musica, del cinema, della letteratura, della psicologia e dell’arte. Gli operatori del Melograno organizzeranno uno spazio per mamme e bambini per rendere fruibili gli spettacoli di cui sopra.

Grazie alla collaborazione tra Auser e MA*GA, attraverso adeguati percorsi formativi, saranno coinvolti vari cittadini volontari, di diverse generazioni, che saranno preparati per contribuire alla gestione delle numerose iniziative del museo.

Il progetto si svolge in collaborazione con Il Melo, Auser Insieme, Aislo, Naturart, Instabile Quick e Il Melograno.

Per maggiori informazioni si può visitare la pagina web del Progetto “Filo di Perle” 

e per conoscere e tenersi  aggiornati sulle iniziative passate e future  basta un click