Sindaco e assessori all’istituto Dante Alighieri

Prosegue la visita agli istituti comprensivi scolastici della città. Oggi è toccato al “Dante”, il più frequentato di Gallarate con i suoi 1.537 alunni, <un dato>, ha precisato il dirigente Daniele Chiffi, <destinato a crescere nei primi due mesi, con l’arrivo di nuovi iscritti>.

Il dirigente, accompagnato da una rappresentanza del consiglio di istituto presieduto da Rosanna Simonetta (insieme a lei erano presenti Rita Somma, Elisabetta Cortese e Alessandra Cera), ha illustrato al sindaco Andrea Cassani e agli assessori Isabella Peroni (Scuola) e Paolo Bonicalzi (Lavori pubblici) le condizioni dei sei plessi dell’istituto composto dalla primaria “Dante Alighieri” e dalla secondaria di primo grado “Majno” in centro; dalle primarie “da Vinci” (Ronchi) e “don Milani” (Moriggia) e dalle scuole per l’infanzia “Rodari”, “Sorelle Agazzi” e “Moriggia”.

Tra gli interventi più urgenti è stato segnalato quello di bagni della “Dante Alighieri”: alcuni lavori sono già stato appaltati e con il ribasso d’asta Si provvederà alla sistemazione di altri servizi igienici. Quelli esclusi dall’intervento diventeranno la priorità appena verranno reperiti nuovi fondi.

Molto positivo il riscontro alla elementare di Moriggia dove tutte le aule tranne due (quelle nella vecchia ala) sono dotate di lavagna Lim. In tutte le classi c’è poi un computer collegato ad internet.

Numeri: la scuola più numerosa è la “Majno” con i suoi 510 iscritti (gli stranieri sono 88). La scuola primaria che ha la più alta percentuali di alunni non italiani è la primaria “Dante Alighieri”: 91 su 356. La primaria “da Vinci” ha 264 banchi occupati (24 da stranieri) e la primaria “don Milani” ne ha 206 (54 da stranieri). Il totale di piccoli alunni nelle tre scuole per l’infanzia è invece di 201. Molto alta la percentuale di stranieri alla “Rodari”, che supera il 50 per cento: 51 su 93.