RICHIESTA CERTIFICATI ON LINE, CERTIFICATI E AUTOCERTIFICAZIONI

CERTIFICATI ON LINE

 Con il servizio “CERTIFICATI DI ANAGRAFE ONLINE CON TIMBRO DIGITALE”  è possibile richiedere i seguenti certificati

anagrafici:

– Certificato di Residenza – Certificato di Cittadinanza Italiana – Certificato anagrafico cumulativo di Residenza e Stato di Famiglia

– Certificato anagrafico cumulativo di Residenza, Cittadinanza, Stato Civile – Certificato anagrafico cumulativo di Residenza, Cittadinanza, Godimento Diritti Politici

Per accedere al servizio occorre autenticarsi con utenza e password o con SPID.

Per la  registrazione al portale, unatantum, l’amministrazione ha  semplificato al massimo la procedura: il cittadino non dovrà infatti recarsi all’ufficio Anagrafe di persona per ritirare la password necessaria ad accedere all’area del sito riservata.

A tal fine è necessario compilare in tutte le sue parti l’apposita form di registrazione e inserire gli estremi della carta di identità cartacea (C.I.) o della carta di identità elettronica (C.I.E.).

Se il documento d’identità inserito risulta essere già presente negli archivi dell’ufficio anagrafe, il sistema rilascerà la password di accesso via mail.

Per i cittadini residenti, inoltre, l’inserimento dell’allegato del documento di riconoscimento non è obbligatorio.

Inizialmente viene  richiesto  il  Codice  Fiscale  dell’intestatario  del  certificato,  residente  nel  Comune  di  GALLARATE.

Successivamente, dopo  aver  scelto  la  tipologia  del  certificato  desiderato,  occorre  selezionarne  l’utilizzo  tra  quelli indicati nel menù a tendina.

I certificati vengono emessi in bollo (€ 16,00) salvo che ne sia indicata, una causa di esenzione prevista dalle norme vigenti (D.P.R. 26/10/1972 n. 642; D.M. 30/12/1982 N. 955 e successive modificazioni) e a patto che tale causa di esenzione sia applicabile al caso concreto. Il relativo contrassegno dovrà essere applicato a cura del richiedente nell’apposito spazio in alto a destra del certificato: la data di emissione riportata sul contrassegno  dovrà essere antecedente o contemporanea a quella del certificato (non successiva).

In entrambi i casi non sono dovuti i diritti di segreteria.

Terminata la  compilazione  della  pagina  con  l’indicazione  dell’indirizzo  e-mail  di  riferimento,  si  inoltra  la  richiesta cliccando sulla voce “ Invia la richiesta”. A questo punto viene generato il certificato richiesto in formato PDF, firmato digitalmente  dal  Sindaco,  reso  valido  e  autentico  grazie  alla  tecnologia  del  Timbro  Digitale,  che  verrà  inviato all’indirizzo e-mail indicato.

Dal 1° gennaio 2012 i certificati Anagrafici e di Stato Civile sono utilizzabili solo tra privati. Agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire  ad  altre Pubbliche  Amministrazioni  e  pertanto  sui  certificati  viene  apposta,  a  pena  di nullità, la dicitura “il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”. Infatti, la normativa vigente (Legge 183/2011) obbliga la Pubblica Amministrazione e i gestori dei pubblici  servizi  ad  accettare  (e  richiedere),  in  sostituzione  dei  certificati  Anagrafici  e  di  Stato  Civile, l’autocertificazione.

RICHIESTA CERTIFICATI/AUTOCERTIFICAZIONI

Ai sensi del D.P.R. 445 del 2000, le amministrazioni e i servizi pubblici non possono più chiedere ai cittadini i certificati in tutti i casi in cui si può fare l’autocertificazione, ed in particolare per quanto riguarda: Nascita – Residenza – Cittadinanza – Stato Civile – Stato di famiglia – Esistenza in vita – Nascita di un figlio – Decesso di un coniuge o di un familiare – Godimento dei diritti politici – Posizione rispetto agli obblighi militari – Iscrizione agli albi professionali o ai registri della Pubblica Amministrazione. Per autocertificare è sufficiente scrivere una dichiarazione in carta semplice. Per facilitare le cose, le Amministrazioni Pubbliche devono mettere a disposizione la modulistica.